La sensibilità estetica nel tardo Medioevo

La consapevolezza del piacere estetico e la sua manifestazione con le parole si sono sviluppate tardivamente nell’individuo. Nel XV secolo il concetto di bellezza artistica era estraneo al sentire comune. L’estetica dell’arte colpisce l’uomo del tardo medioevo, ma la sua reazione immediata è di condivisione di tale commozione con Dio. Dagli scritti di Dionigi ilContinua a leggere “La sensibilità estetica nel tardo Medioevo”

Ildegarda di Bingen: la Sibilla del Reno

Il panorama dell’Età di Mezzo è costellato da personalità femminili dotate di un forte ascendente e carisma all’interno della comunità. L’interpretazione di stampo manichea che considerava la donna simbolo del male, la sviliva nella sua identità e coniugava assieme misoginia e maschilismo, non è stata suffragata da tutti gli studiosi. Soprattutto dopo l’evoluzione nella metodologiaContinua a leggere “Ildegarda di Bingen: la Sibilla del Reno”

Simbolismo-Realismo-Allegoria nel basso Medioevo

Nel XIV secolo era diffusa la tendenza alla venerazione attraverso simboli visivi quando non era possibile trasmettere attraverso le parole. La necessità di percettibilità e di comprensione dei miracoli solo con la tangibilità di essi stessi porta al verificarsi di manifestazione di fede che sfiorano il grottesco e la spettacolarizzazione. Come il caso di EnricoContinua a leggere “Simbolismo-Realismo-Allegoria nel basso Medioevo”

La musica di corte cinese

Se c’è luce nell’anima, ci sarà bellezza nella persona. Se c’è bellezza nella persona, ci sarà armonia nella casa. Se c’è armonia nella casa, ci sarà ordine nella nazione. Se c’è ordine nella nazione, ci sarà pace nel mondo. Come può un uomo privo di virtù coltivare la musica? (Confucio) La musica di corte cineseContinua a leggere “La musica di corte cinese”

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito