Fact Checking: 3 falsi miti sulla tratta schiavistica

Erroneamente, pensiamo di conoscere tutto sulla famosa tratta degli schiavi che, dal XVI al XIX secolo ha condizionato la storia del Nuovo Mondo. Si pensa infatti in modo sbagliato che la maggior parte degli schiavi africani partiti dal continente nero sia arrivata nelle nuove colonie americane, ma così non è stato. Si parla di circa 400 anni di schiavitù, ma essi furono in realtà molti di più. Si afferma spesso che tutti gli abitanti del sud degli Stati Uniti possedevano schiavi, ma la situazione era molto diversa. E, purtroppo, ancora in molti sostengono che si tratti di un fenomeno ormai superato e antico, ma non è così. L’obiettivo di questo articolo dunque non consiste nel vittimizzare alcune categorie di persone e demonizzarne altre, ma di descrivere oggettivamente eventi che sono accaduti e distinguerli da altri che risultano essere solo miti storici, alimentati e portati avanti da voci di corridoio, false trascrizioni, adattamenti cinematografici e insegnamenti scolastici pressappochisti.

Il commercio triangolare: breve storia della Tratta Atlantica

Tutti noi avremo sentito parlare nella nostra vita scolastica e non, della famosa e tremenda tratta degli schiavi, che coinvolse tra XVI e XIX secolo milioni di africani in un viaggio ai limiti dell’impossibile verso il nuovo mondo, pronti per essere utilizzati come schiavi nelle enormi piantagioni americane, al servizio degli ex coloni inglesi. Ma cosa sappiamo esattamente di questa tratta? Fu l’unica ad essere portata avanti nei secoli? E quali testimonianze e storie abbiamo raccolto nell’arco dei secoli? Ecco un breve riassunto!

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito