27 Gennaio: Si aprono i cancelli del vilipendio umano

27 gennaio. Questo è il giorno in cui si celebra la giornata della memoria. Si ricordano olocausto, Shoah, l’apertura dei campi di concentramento per lo sgombro ufficiale, il numero di vittime, quanti sono morti nei forni crematori del Terzo Reich. Non si ricordano però i campi di sterminio nipponici siti nell’unità 731 in Cina, doveContinua a leggere “27 Gennaio: Si aprono i cancelli del vilipendio umano”

Cieli di gloria, cieli di morte

27 gennaio 2019. Sono passati 74 anni dal termine della Seconda Guerra Mondiale, un conflitto che può definirsi disumano, in quanto incentrato sul razzismo, la ricerca della prevaricazione di un popolo su un altro, l’avversione nei confronti degli ebrei e dell’umanità stessa, come hanno potuto dimostrare i bombardamenti di Nagasaki e Hiroshima. Usciamo un attimoContinua a leggere “Cieli di gloria, cieli di morte”

Il treno che andava ad Auschwitz

Io sono quel treno che porta nei propri vagoni persone stipate dall’Italia ad Auschwitz. Questi uomini sono chiamati “ebrei”. Eppure non mi sembrano tanto diversi dagli altri che chiamano italiani, fascisti, tedeschi o Führer o Duce. Mi sembrano identici. Eppure devono ammucchiarsi dentro le mie carrozze, così stretti che mi domando come fanno a respirare.Continua a leggere “Il treno che andava ad Auschwitz”

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito